Vieni a ritrovar la Diana
un fiume di birra che scorre nel centro di Siena

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Sabato 16 aprile musica live con Il Rumore della Tregua

Sabato una serata d’autore con Il rumore della Tregua
“Una trincea nel mare”, ha raccolto ottime recensioni (https://www.facebook.com/notes/il-rumore-della-tregua/una-trincea-nel-mare-press/838321302911111), è stato “Scelta italiana” di giugno sulla rivista Rumore ed è stato candidato al Premio Tenco per la targa “Miglior Opera Prima”.IL RUMORE DELLA TREGUA nasce in un box di provincia a nord di Milano, nel gennaio del 2011.
inizialmente si esibisce in trio e, con questa formazione, comincia a girare in alcuni dei più importanti locali di Milano e hinterland (Carroponte, Agorà, Tambourine, Le Scimmie…), fino alla realizzazione di una Autarchica demo, registrata nella cantina di Jack.
desiderosa di arricchire il proprio suono e dare maggiore spessore alla componente strumentale, a partire dal febbraio 2012 la band inserisce nel proprio organico fiati e basso.
con questa nuova formazione comincia a produrre nuovi brani e a macinare date.
a novembre la band si chiude in studio per registrare il suo primo EP, “La guarigione”, prodotto da Simone Sproccati agli HM studios di Cornaredo (MI) e contenente cinque brani.
l’EP raccoglie ottime recensioni su tutte le più importanti webzine musicali
(https://www.facebook.com/notes/il-rumore-della-tregua/la-guarigionepress/477603782316200) e viene presentato in una trentina di date, anche in apertura ad alcuni dei più importanti nomi della scena indipendente italiana (Paolo Benvegnù, Cesare Basile, Edda, A Toys Orchestra…).
nel luglio 2014 la band si chiude nuovamente in studio per realizzare il suo primo vero e proprio album, “Una trincea nel mare”, registrato e mixato sempre da Simone Sproccati a Purania Studio e masterizzato da Maurizio Giannotti. il disco, uscito il 31 marzo 2015, ha raccolto ottime recensioni (https://www.facebook.com/notes/il-rumore-della-tregua/una-trincea-nel-mare-press/838321302911111), è stato “Scelta italiana” di giugno sulla rivista Rumore ed è stato candidato al Premio Tenco per la targa “Miglior Opera Prima”. il 30 gennaio 2016 la band ha inoltre pubblicato un nuovo EP intitolato “Radici” e contenente una rivisitazione in italiano di un brano dei Noir Dèsir (“À l’envers à l’endroit”) e una cover in salsa alt-country della “Ballata degli impiccati” di Fabrizio De Andrè

Inizio concerto ore 22

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi